Parte terza: il mondo visto da una bicicletta

L’ultima serie di post sposta il punto di osservazione nella prospettiva del ciclista e consente di comprendere le motivazioni profonde di chi, sfidando un contesto il più delle volte ostile, ha scelto questo mezzo di spostamento. Questa parte è dedicata principalmente ai non-ciclisti e prova a raccontare l’esperienza dello spostarsi in bici attraverso la città e su distanze medio-lunghe, il rapporto col proprio corpo, l’immersione totale nella realtà, il rapporto con la città ed i suoi spazi. All’analisi degli aspetti positivi e quasi idilliaci si contrappone quella sulle difficoltà della convivenza coi veicoli a motore, con la guida aggressiva dei romani e con la totale indifferenza da essi dimostrata rispetto all’incolumità degli utenti ‘lenti’, che il sentire comune identifica unicamente come un fastidio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...